Intervista al dott. Francesco Ticchi

Di Movimento Arcaico

21/07/2016

2 commentI


[vc_row][vc_column width=”1/6″][/vc_column][vc_column width=”2/3″][vc_column_text]Perché molte volte un trattamento da parte di un fisioterapista, un osteopata non è sufficiente per eliminare i dolori muscolari e articolari?

Perché assumere farmaci non è sempre la soluzione giusta per alleviare un dolore?

Perché alcune volte si riesce a togliere un dolore solo per ritrovrarsene un altro?

In questa intervista di Massimo Mondini al dott. Francesco Ticchi scopriamo come è nato il metodo da lui ideato (Metodo Ticchi), in cosa consiste e come viene applicato. Un’intervista utile per i fisioterapisti, per gli operatori del benessere e per le persone che hanno dolori e vorrebbero capire le migliori tecniche per alleviarli.

[/vc_column_text][vc_video link=”http://youtu.be/_LbH6bqLzug” el_width=”80″ align=”center”][/vc_column][/vc_row]

  • Vedo solo oggi 27 marzo, questa intervista pubblicata a luglio del 2016.
    Veramente interessante.
    Mi piacerebbe sapere di più della relazione punti di agopuntura/trigger point. Nello specifico se il dott. F. Ticchi pensa che i punti dell’agopuntura siano soltanto punti neuromuscolari, e non come si dice in alcune scuole, punti di energia sottile (Chi o Ki).
    Mi piacerebbe sapere se ci sono suoi allievi in Liguria, perché lui mi pare d’aver capito vive in Abruzzo.
    Ho un po’ di dubbi sul discorso che viene fatto ‘guarisci un problema, ne viene fuori un altro, perché il primo lo nascondeva’.
    Non mi quadra molto. Ci devo riflettere.

  • {"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}
    >